PDA

Visualizza la versione completa : Frisoni's Bonsai


MAURIZIO
26-04-2010, 08:33
Riporto a valutazione e commenti alcune foto fatte Sabato 24 Aprile a casa di Stefano:

Foto 1 cipresso da sistemare
7850

Foto2 leccietto[:-H] defogliato
7851

Foto3 corteccia di "materiale " in preparazione
7852

Foto4 Fioritura silvestre UBI 2010
7853

Foto5 Gemmatura Silvestre "La zattera"
7854

Foto6 La zattera con il proprietario [:-W] (losco individuo[:-))])
7855

Andrea Meriggioli
26-04-2010, 10:05
Mamma mia se solo penso al tempo che ci metterà-ete a ristilizzare la zattera prende male[:-H][:-))][:-))][:-))]!
Comunque la terza foto è un biancospino siculo[:-B][:-P][:-P][:-P], dai una fotina completa[;-)]!

Filippo
26-04-2010, 13:43
Incredibili tutte quelle mini candele sul silvestre[:-H][:-P][;-)]

Francesco Pesce
27-04-2010, 16:56
Una gioia pinzarle ! saranno migliaia, una faticaccia, ma pagherei per avere delle candele del genere!! [:-))][:-))][:-))]

Samu
27-04-2010, 18:05
yahyah belle belle :P ma quante piante ha il maestro se posso chiederlo?

Andrea Meriggioli
27-04-2010, 23:08
yahyah belle belle :P ma quante piante ha il maestro se posso chiederlo?

Non troppe ma tutte TOP! non più di 10 comunque[;-)]

MAURIZIO
28-04-2010, 08:14
Non troppe ma tutte TOP! non più di 10 comunque[;-)]

esatto non si arriva ad occupare tutte le dita delle mani [:-))]
e come si dice: POCHE MA BONE[;-)]

bocconi
29-04-2010, 10:09
si dovrebbe fare tutti cosi.... poche ma buone...

Samu
29-04-2010, 22:06
sinceramente io trovo che se ne hai davvero troppo poche rischi di fossilizzarti su queste e continuare a tormentarle, mentre secondo me il lavoro dovrebbe essere spartito su più piante in modo da dilazionarne gli interventi e lasciar loro il tempo di riprendersi..... poi vedo che anche come fa frisoni non è male..... :)
(opinioni di un semi neofita)

Andrea Meriggioli
29-04-2010, 22:41
sinceramente io trovo che se ne hai davvero troppo poche rischi di fossilizzarti su queste e continuare a tormentarle, mentre secondo me il lavoro dovrebbe essere spartito su più piante in modo da dilazionarne gli interventi e lasciar loro il tempo di riprendersi..... poi vedo che anche come fa frisoni non è male..... :)
(opinioni di un semi neofita)

Normale che la pensi così, infatti agli inizi bisogna sempre avere un bel numero di piante palestra ma poi negli anni comprendi le giuste tempistiche e tecniche affinando sempre più e al tempo stesso selezionando la propria collezione[;-)]!

Francesco Pesce
30-04-2010, 12:05
Secondo me dipende anche dai periodi della vita, dal lavoro che fai, ecc....
inutile averne tante se poi non hai tempo di starci dietro quando serve.

Poi dipende anche dalle specie, alcune ti danno più lavoro in certi periodi, altre come gli aceri li devi pinzare "esattamente" al momento giusto altrimenti sei fregato, e poi se ne stanno tranquilli per mesi....

Io sono sulla quindicina e direi che mi bastano, anche se ho spazio per crescere.... magari quando vado in pensione [;-)]

MAURIZIO
30-04-2010, 12:45
Samu è giovane ed è normale che la pensi così però per coltivare molto bene 15 piante come dice Francesco bisogna dare molto + tempo si quel che si crede.
inoltre mantenere in perfezione poche piante ti da il lusso di utilizzare i migliori prodotti (concime,terra,acqua,ect) .
Rilegare un silvetre di quella chioma comporta 2 settimane in 2 persone per 3-4 ore ogni sera[:-H]
Finito ti assicuro che non leghi + per qualche settimana [:-U][;-)] almeno non sia un professionista e faccia solo questo!
Tra famiglia e lavoro il bonsai deve essere un hobby per noi non una tortura[:-))]

Filippo
30-04-2010, 14:30
Samu è giovane ed è normale che la pensi così però per coltivare molto bene 15 piante come dice Francesco bisogna dare molto + tempo si quel che si crede.
inoltre mantenere in perfezione poche piante ti da il lusso di utilizzare i migliori prodotti (concime,terra,acqua,ect) .
Rilegare un silvetre di quella chioma comporta 2 settimane in 2 persone per 3-4 ore ogni sera[:-H]
Finito ti assicuro che non leghi + per qualche settimana [:-U][;-)] almeno non sia un professionista e faccia solo questo!
Tra famiglia e lavoro il bonsai deve essere un hobby per noi non una tortura[:-))]

Maurizio ha perfettamente ragione, all'inizio si tende a pensare che una pianta finita non abbia più bisogno di molti interventi ma è il contrario...le attenzioni vanno raddoppiate per cui credo che man mano che le nostre piante maturano, si cerca di fare selezione e il numero diminuisce...a meno che uno non sia a casa in pensione o abbia molto tempo libero[;-)]

Francesco Pesce
30-04-2010, 14:41
Tra famiglia e lavoro il bonsai deve essere un hobby per noi non una tortura[:-))]

Questa te la quoto Maurizio perchè sono parole d'oro [;-)]

E' facile farsi prendere la mano e acquistare qualche pianta in più, poi gli anni passano e magari alcune diventano belle, e tu vorresti dedicarci più tempo, ma sono tante, e qualcuno rogna - giustamente - perchè passi le sere a filare invece che giocare con i bambini, e tu fili e fili e pensi cavolo, finirà anche tutto sto filo... e la visione che hai delle tue piante è a 10 cm dal fogliame, rischi anche di non guardarle più da lontano per il piacere di ammirarle e basta, vedi solo i lavori da fare... in questo senso può diventare una tortura.

Poche ma buone! Poi quando si va in pensione cambierà....

Ros
30-04-2010, 22:16
Questa te la quoto Maurizio perchè sono parole d'oro [;-)]

E' facile farsi prendere la mano e acquistare qualche pianta in più, poi gli anni passano e magari alcune diventano belle, e tu vorresti dedicarci più tempo, ma sono tante, e qualcuno rogna - giustamente - perchè passi le sere a filare invece che giocare con i bambini, e tu fili e fili e pensi cavolo, finirà anche tutto sto filo... e la visione che hai delle tue piante è a 10 cm dal fogliame, rischi anche di non guardarle più da lontano per il piacere di ammirarle e basta, vedi solo i lavori da fare... in questo senso può diventare una tortura.

Poche ma buone! Poi quando si va in pensione cambierà....



Verissimo francesco, come hai ragione......

LucaLuigi72
07-05-2010, 05:58
Questa te la quoto Maurizio perchè sono parole d'oro [;-)]

E' facile farsi prendere la mano e acquistare qualche pianta in più, poi gli anni passano e magari alcune diventano belle, e tu vorresti dedicarci più tempo, ma sono tante, e qualcuno rogna - giustamente - perchè passi le sere a filare invece che giocare con i bambini, e tu fili e fili e pensi cavolo, finirà anche tutto sto filo... e la visione che hai delle tue piante è a 10 cm dal fogliame, rischi anche di non guardarle più da lontano per il piacere di ammirarle e basta, vedi solo i lavori da fare... in questo senso può diventare una tortura.

Poche ma buone! Poi quando si va in pensione cambierà....

Verissimo, anche io ho famiglia e due figli piccoli, fortunatamente lavoro difianco a casa e sfrutto la pausa pranzo e un'oretta il pomeriggio per fare i vari lavori stagionali.
All'inizio ti trasporta molto anche la voglia di imparare, capire e vedere i risultati delle tue azioni. Io sto curando molte piante giovani per questo: imparare come rispondono e mano a mano prepararmi a seguire e formare piante più mature, impegnative e costose.
Mi dispiacerebbe spendere soldi che non mi posso permettere per avere bonsai che non so curare decentemente!

Filippo
07-05-2010, 10:55
Io sto curando molte piante giovani per questo: imparare come rispondono e mano a mano prepararmi a seguire e formare piante più mature, impegnative e costose.
Mi dispiacerebbe spendere soldi che non mi posso permettere per avere bonsai che non so curare decentemente!

Quoto!
La coltivazione è tutto...per cui è importante, parlo soprattutto per chi inizia ad avvicinarsi a questo hobby, fare un po' di pratica e imparare le basi della coltivazione con qualche "ciofeca" per poi dedicarsi a piante con potenziale maggiore[;-)]

MAURIZIO
07-05-2010, 14:32
Quoto!
La coltivazione è tutto...per cui è importante, parlo soprattutto per chi inizia ad avvicinarsi a questo hobby, fare un po' di pratica e imparare le basi della coltivazione con qualche "ciofeca" per poi dedicarsi a piante con potenziale maggiore[;-)]

e perchè hai ancora ciofeche?[:-B]

Ros
07-05-2010, 19:09
e perchè hai ancora ciofeche?[:-B]

[:-))][:-))][:-))][:-))][:-))][:-))][:-))]


..Scusate

Filippo
08-05-2010, 21:39
e perchè hai ancora ciofeche?[:-B]

semplicemente perchè le piante con un certo potenziale costano[:-))]

e poi alle mie ciofeche sono affezionato[;-)]

prezzo
24-04-2011, 22:11
semplicemente perchè le piante con un certo potenziale costano[:-))]

e poi alle mie ciofeche sono affezionato[;-)]

Concordo perfettamente con il ragionamento di Filippo.

kaiserheinz
26-04-2011, 05:38
comunque è proprio come dite.....anch'io all'inizio acquistavo piante senza senso in maniera forsennata, considerate che vivevo in una casa con 2 balconi piccolini ed avevo almeno 70 piante! all'inizio uno vuole vedere subito i risultati allora da il tormento alle piante stesse. Poi col tempo ho ridimensionato questa visione e adesso anche se ho parecchio spazio, dopo l'acquisto della nuova casa, mi sono disfatto della maggior parte tenendo solo quelle a cui ero più affezionato, per puntare all'acquisto di pezzi in maniera mirata. Adesso ad occhio e croce, tra ciofeche e pezzi di discreto livello avrò un 25 piante, ma è un numero destinato a ridursi!

Bonsaicaffe
26-04-2011, 16:06
Concordo con Voi ragazzi , sul numero e varie cose gia' citate ,

ma la selezione diventa naturale con il passare del tempo.[;-)]

e si è proprio il tempo che ci aiuta a capire quante piantuzze si riesce a

gestire alla perfezione ,

le altre pian piano arriveranno ad amici o altri acquirenti .


ciao [;-)][;-)]

delonix regia
09-09-2011, 22:07
rileggendo questo post mi viene come sempre curiosita' e chiedo... ma il terriccio utilizzato nella 3° foto da cosa è composto... cosa sono quelle pietroline nere?...

Andrea Meriggioli
09-09-2011, 22:12
rileggendo questo post mi viene come sempre curiosita' e chiedo... ma il terriccio utilizzato nella 3° foto da cosa è composto... cosa sono quelle pietroline nere?...

La terza foto riporta un materiale di biancospino siciliano. I raccoglitori siculi usano di consueto il lapillo vulcanico (è questo quello nero che vedi[:-))]) miscelato ai substrati di attecchimento, visto il loro clima.

delonix regia
10-09-2011, 11:53
La terza foto riporta un materiale di biancospino siciliano. I raccoglitori siculi usano di consueto il lapillo vulcanico (è questo quello nero che vedi[:-))]) miscelato ai substrati di attecchimento, visto il loro clima.

gentilissimo...[:-))]