PDA

Visualizza la versione completa : Innesti a marza su pini e ginepri!


Andrea Meriggioli
07-04-2009, 17:23
La pratica dell'innesto dovrebbe davvero venir rivalutata perchŔ spesso consente di tirare fuori davvero molto da materiali inizialmente anonimi e non ritenuti interessanti ad un primo impatto!
Prerogativa essenziale per una buona riuscita Ŕ la massima forza della pianta innestata e la corretta applicazione della tecnica ovviamente[;-)]

Riporto un esempio semplice-semplice intanto per mostrare l'esecuzione dell'innesto a spacco laterale su di un pino. Importante Ŕ innestare sempre varietÓ che abbiano la corteccia quanto pi¨ simile possibile per mascherare il punto dell'innesto [;-)]!
In questo caso si innesta penthapylla da seme su strobus radiata che hanno branca molto simile.

Ecco il soggetto[:-))]:

360

Quando le gemme cominciano a muovere Ŕ il momento migliore:
361

Preparazione della marza: bisogna lasciare 5-6 coppie di aghi per limitare la traspirazione e il taglio deve essere eseguito a cuneo oltre che a "V" per consentire di ottenere la maggiore superficie possibile di contatto tra i due cambi (fondamentale per l'attechimento dell'innesto!!!)

362

Importantissimo eseguire tutti i tagli nella maniera pi¨ netta e pulita possibile senza mai toccare questi con le dita per non lasciare patine oleose!

Con il coltello si esegue l'incavo con la corretta angolazione verso l'esterno (deve sembrare naturale):

364

Nell'inserimento si fa in modo che il tessuto cambiale verso il tronco della pianta e quello della marza siano a contatto:

363

Si pone un p˛ di mastice in pasta in prossimitÓ di questo.

365

In conclusione si chiudono usando un nastro apposito elasticizzato fotosensibile, il quale con il passare del tempo tenderÓ dasolo a deteriorarsi e a cadere al suolo.

367

Il secondo come potete vedere Ŕ un "controflusso" [:-L], ovver˛ si avrÓ un netto cambio di direzione molto interessante[:-B][:-P]:

366

Nel periodo sucessivo di attechimento la pianta dovrÓ stare al riparo da venti forti ovviamente, pertanto Ŕ conisgliabile o imbustare solo gli innesti mettondici vicino dello sfagno umido oppure l'intera pianta[:-S].
Io inoltre tratto con stimolanti fogliari e applico antitraspirante alle marze per bloccare la disidratazione [;-)]

Andrea Meriggioli
07-04-2009, 17:27
Un' altro esmpio: questa volta un silvestre [;-)]

368

369

370

Giancarlo
07-04-2009, 17:28
Interessante Andrea.....quanto tempo occorre prima che l'innesto possa dirsi "attecchito"!?!?!?!

Andrea Meriggioli
07-04-2009, 17:33
Ora che abbiamo visto l'innesto a spacco laterale sui pini (in genere su questi si una quasi esclusivamente questo oppure quando Ŕ consentito quello per approssimazione) passiamo ai ginepri [:-P][:-P][:-P]!

Quello a spacco laterale si esegue nella stessa maniera[;-)]

371

372

Mentre ora ecco il tocco MASTER[:-B][:-L]... lo spacco inglese!!! Un compromesso tra lo spacco laterale e la "sicurezza" dell'approssimazione!
In poche parole si unisce la totale naturalezza dell'innesto a spacco laterale senza interrompere il flusso linfatico della marza donatrice.
Si esegue lo stesso taglio per l'innesto a spacco lasciando per˛ un "cordone" proveniente dalla pianta "portatrice":

373

374

Una manna[:-P][:-P][:-P][:-P]!
Per quano riguarda l'approssimazione dei ginepri non la riporto perchŔ credo che sia semplice da eseguire... ovviamente il controflusso Ŕ praticabile pure sui ginepri a volontÓ[:-))]!

Andrea Meriggioli
10-04-2009, 01:22
Interessante Andrea.....quanto tempo occorre prima che l'innesto possa dirsi "attecchito"!?!?!?!



Scusami carlo se non ti avevo ancora risposto!
L'innesto a marza dei pini pu˛ dirsi attechito una volta che la gemma allunga la candela e porta a maturazione gli aghi dell'annata [;-)]
con la conseguente riscontrata fusione delle due parti[:-S]

Giancarlo
10-04-2009, 20:15
Non preoccuparti Andrea, puo' capitare.......[:-))]

Grazie.

MAURIZIO
23-04-2009, 14:50
ottimo post

5Sirio
02-06-2009, 23:30
Ma potrebbe andare bene anche per altre essenze? Ad esempio olivo? olivastro? Melo?

Andrea Meriggioli
03-06-2009, 00:25
Ma potrebbe andare bene anche per altre essenze? Ad esempio olivo? olivastro? Melo?

Sirio, in genere questa tipologia di innesto viene usato su essenze che non gettano facilmente dal legno vecchio, cosa che invece, per riportare il tuo esempio, avviene in maniera marcatissima sugli olivi ed olivastri in seguito alla potatura[;-)]
Comunque Ŕ sempre applicabile alle altre essenze in linea di massima (sulle latifoglie caduche in genere si predilige quello a foro passante[Bon]).

skatenapoli
04-06-2009, 08:28
Ottimo post molto didattico....Andrea azzarderei un suggerimento: perchŔ non prendere tutti sti bei post sulle tecniche che stai facendo e dedicargli una sezione del forum!!!?!

Andrea Meriggioli
04-06-2009, 09:13
Ottimo post molto didattico....Andrea azzarderei un suggerimento: perchŔ non prendere tutti sti bei post sulle tecniche che stai facendo e dedicargli una sezione del forum!!!?!


Grazie Domenico!
La tua idea mi pare proprio bella[:-S]... ma intendi creare un sottoforum da qualche parte(dove) oppure proprio una zona a parte dove posto solo io (come pensavi di intitolarla)?
Avanti gi¨ con i tuoi-vostri consigli[;-)]

Nipponsenaghe
04-06-2009, 09:48
Tecniche d' avanguardia[;-)]

Andrea Meriggioli
04-06-2009, 09:58
Il nome Ŕ ottimo, mi piace un sacco [:-S]!
Ma intendete una sezione dove posso postare solo io? dove la mettereste (sottocategoria a qualcuna esistente oppure creare una nuova)?

skatenapoli
04-06-2009, 10:49
Bhe no direi una bella sezione (magari sottosezione in freebonsai) tipo dal nome TECNICHE AVANZATE dove tu stesso raccoglierai ed inserirai i post piu interessanti (magari scritti anche da altri utenti perchŔ no) sotto questo aspetto...che descrivono in modo piu didatticopossibile le tecniche diciamo "di grado piu complesso da eseguire"

Andrea Meriggioli
04-06-2009, 11:05
Si ottima idea, certo si possono mettere i post di tutti ma che solo io come amministratore posso spostarceli e-o modificarli mentre gli utenti solo rispondere alle discussioni [;-)]

Sottocolle
04-06-2009, 14:30
Ma dopo tutto questo successo possiamo aspettarcelo un tuo calendario senza veli per il prossimo anno? Ovviamente sempre vicino ai bonsai...

Andrea Meriggioli
04-06-2009, 14:31
Calendario intendi su quando eseguire i vari innesti?

Sottocolle
04-06-2009, 15:40
Ho specificato: calendario senza veli hahahaha

Stavo scherzando Andrew... hahaha

faustina
04-06-2009, 19:20
"Tecniche avanzate "mi semra un'ottima idea...
dove io non parteciper˛.....scherzooooooooooooooooooooooo

Andrea Meriggioli
04-06-2009, 20:19
Lo faccio subito e lo metto sotto al free perchŔ ho notato che quasi tutti postano solo qui e nessuno (tranne pochi [:-))]) osano scrivere sul master [;-)]

Giancarlo
04-06-2009, 20:51
Si mi sembra una buona idea......"Tecniche Avanzate"!!! Ma eventualmente sarai tu a decidere se mettere o meno lavori di altri in quella sezione..[:-L]

Piero
08-07-2009, 01:33
ciauz, ho na domanduzza, lo spacco ha la stessa possibilitÓ di riuscita di un' innesto per approsimazione?

Nipponsenaghe
08-07-2009, 01:40
io penso che per approssimazione,garantisca di piu il successo[:-S]avendo l innesto radici proprie..

Andrea Meriggioli
08-07-2009, 09:47
Con l'approssimazione la marza viene ancora alimentata durtante il periodo di attechimento, per cui non pu˛ disidratarsi! discorso diverso invece per l'innesto a marza dove questa deve attechire prima che si disidrati altrimenti non attechisce (ed ecco perchŔ si imbustano le marzette, per garantirgli umiditÓ e riparo dal vento che asciuga [;-)])

GUFO
10-02-2010, 17:41
secondo le tue esperienze , mi dovresti dire il periodo migliore per fare questi innesti sui ginepri riguardo a temperatura esterna e lo stato di vegetazione dell'innesto e del portainnesto.

grazie[;-)][;-)]

Andrea Meriggioli
10-02-2010, 19:40
secondo le tue esperienze , mi dovresti dire il periodo migliore per fare questi innesti sui ginepri riguardo a temperatura esterna e lo stato di vegetazione dell'innesto e del portainnesto.

grazie[;-)][;-)]

Indicativamente, almeno qui da me, il periodo ottimale va da fine febbraio tutto marzo, corrispondente alla ripresa vegetativa primaverile: momento di massima forza e spinta[;-)]!
Come temperature ormai in genere si Ŕ sopra i 10░ e comunque le piante innestate poi vanno protette sia dal freddo che dal vento.

Roso
27-02-2010, 22:10
ma sui sabina, sui comuni e sui pini silvestri si puo applicare l'innesto?

Andrea Meriggioli
27-02-2010, 23:01
ma sui sabina, sui comuni e sui pini silvestri si puo applicare l'innesto?

Certo[;-)]!

Cinghialetto
19-09-2010, 17:27
ottimo post!!!!complimenti ai maestri!!!!
ma quando Ŕ il periodo ottimale per praticare gli innesti???

Andrea Meriggioli
19-09-2010, 17:37
Thanks[:-S]!
La primavera Ŕ sempre il momento migliore in assoluto, potendo vantare della massima spinta e avendo tutta la stagione davanti per l'attechimento[;-)]!

delonix regia
27-06-2011, 22:23
una curiosita'...ma il cedro del libano in che categoria rientra? e poi quale tipo di innesto si puo' utilizzare?..
grazie

Andrea Meriggioli
27-06-2011, 23:27
una curiosita'...ma il cedro del libano in che categoria rientra? e poi quale tipo di innesto si puo' utilizzare?..
grazie

Ovviamente conifera, si pu˛ eseguire sia innesto a spacco con marza che approssimazione

delonix regia
28-06-2011, 11:49
vada per approssimazione visto che ho tanto materiale..

delonix regia
01-09-2011, 22:33
ho un altra domanda che riguarda ancora una volta il cedro del libano...
spero di non stancare con queste domande... come innesto radicale che tecnica usare e naturalmente se Ŕ possibile... vorrei provare a costruire un nebari degno di questo nome.
grazie

Andrea Meriggioli
01-09-2011, 22:35
Approssimazione, facendone tanti a raggiera

delonix regia
02-09-2011, 12:04
grazie

chriss
20-10-2011, 16:08
Ciao Andrea, ti ringrazio molto per aver scritto questa piccola guida.
La scorsa primavera l'ho messa in pratica innestando delle marze di ginepro "kishu" su un bonsai di varietÓ da vivaio che non riuscivo ad infittire pi¨ di tanto, in quanto quella varitÓ allunga di brutto.
In tutto ho praticato 15 innesti e ne sono attecchiti circa la metÓ, ora vediamo la prox primavera come viaggiano.

Andrea Meriggioli
20-10-2011, 22:36
Ciao Andrea, ti ringrazio molto per aver scritto questa piccola guida.
La scorsa primavera l'ho messa in pratica innestando delle marze di ginepro "kishu" su un bonsai di varietÓ da vivaio che non riuscivo ad infittire pi¨ di tanto, in quanto quella varitÓ allunga di brutto.
In tutto ho praticato 15 innesti e ne sono attecchiti circa la metÓ, ora vediamo la prox primavera come viaggiano.

[:-S][:-))][;-)]!

miciob
16-11-2011, 09:04
Ciao Andrea, ti ringrazio molto per aver scritto questa piccola guida.
La scorsa primavera l'ho messa in pratica innestando delle marze di ginepro "kishu" su un bonsai di varietÓ da vivaio che non riuscivo ad infittire pi¨ di tanto, in quanto quella varitÓ allunga di brutto.
In tutto ho praticato 15 innesti e ne sono attecchiti circa la metÓ, ora vediamo la prox primavera come viaggiano.

Piu' pratica farai e piu' la % di successo si alza :)
L'importante negli innesti sono gli utensili di taglio, disinfettati e taglienti e l'adesione del portainnesto con l'innesto che deve essere perfetta.

Con i ginepri io faccio tutti innesti per approsimazione (con talee di 2 anni) e posso garantire che vengono quasi al 100% (quest'anno ho provato diversi itoi, kinshu e molti sargentii), non c'e' problema del priodo di innesto.

Ciauzzzzz

chriss
24-11-2011, 21:47
Ok grazie del consiglio. Ne far˛ tesoro.

chriss
12-10-2012, 20:41
anche questa primavera ho continuato con l'aggiunta di Altri 5-6innesti e sembra che 4 abbiano preso. Quelli dello scorso anno non hanno viaggiato moltissimo a causa del mutamento della pianta. Comunque ho provveduto a spostare le masse di vegetazione originali in modo da far arrivare + aria e luce agli innesti.
Secondo voi quando si potrÓ cominciare a togliere un po della vecchia vegetazione?

Andrea Meriggioli
15-10-2012, 23:05
Dipende dalle dimensioni della pianta, comunque diciamo tra un annetto

chriss
17-10-2012, 16:49
Ok, la pianta Ŕ un chuhin.

matt
12-03-2013, 16:13
Vorrei provere a fare un innesto a spacco su un pino silvestre, inoltre, ben tre innesti contemporaneamente su un ginepro. Seguendo le procedure descritte, quanto tempo devo aspettare per vedere se l'attecchimento Ŕ avvenuto? Grazie e un saluto a tutti.

Mirk0
12-03-2013, 16:42
Vediamo se ho capito;Quando vedi lo strabordo dell'innesto significa che ha attecchitto

J_P
12-03-2013, 16:57
se vedi che la marza cresce ha attecchito

aquazen
02-06-2013, 22:21
vorrei innestare per approssimazione un Pinus pinea con un silvestre,
quale Ŕ il periodo migliore? posso farlo anche adesso?
grazie