Hiryū-en (ex Master Bonsai) Forum  

Vai indietro   Hiryū-en (ex Master Bonsai) Forum > Hiryū-en > Hiryū-en > Prunus Mahaleb

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 26-04-2011, 20:47   #1
Andrea Meriggioli
"Amministratore"
 
L'avatar di Andrea Meriggioli
 
Registrato dal: Sat Jan 2009
Provincia: Trieste
Messaggi: 18,952
Invia un messaggio tremite Skype a Andrea Meriggioli
predefinito Mithril

Questa sera è con grande piacere che vi mostro in anteprima Mithril, uno dei nuovi grandi pezzi di marasca di questo inverno che ho selezionato per me, da portare avanti negli anni...
Caratteristiche da vero top class per lui: secco naturale stupendo, corteccia master, perfetta struttura del tronco senza tagli lungo a questo, dinamismo-conicità e cosa non da meno: misura perfetta.

Ora visti i molteplici dubbi e quesiti che si vanno ponendo da parte dell'utenza, nella preparazione dei materiali, ho deciso di documentare una corretta preparazione di materiale di Prunus Mahaleb, in cui nulla va lasciato al caso.

Intanto ecco alcune foto al momento della raccolta questo inverno:

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1.jpg
Visite: 8008
Dimensione:   80.8 KB
ID: 23164

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   2.jpg
Visite: 1262
Dimensione:   62.7 KB
ID: 23165

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   3.jpg
Visite: 1268
Dimensione:   42.7 KB
ID: 23166

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   4.jpg
Visite: 1250
Dimensione:   35.6 KB
ID: 23167

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   5.jpg
Visite: 7133
Dimensione:   27.8 KB
ID: 23168

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   6.jpg
Visite: 1242
Dimensione:   32.4 KB
ID: 23169

Eccolo oggi bello carico, prima di iniziare con i primi interventi di preparazione, dopo un corretto iniziale periodo puramente dedicato all'attecchimento e radicazione (ovviamente questo proseguirà durante tutto l'arco di questo anno con le dovute cure, applicazione di prodotti corretti e mochikomi), sino a questo momento si lascia vegetare liberamente per prendere forza e radicare come si deve

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   7.jpg
Visite: 1266
Dimensione:   86.0 KB
ID: 23170

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   8.jpg
Visite: 6242
Dimensione:   81.6 KB
ID: 23171

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9.jpg
Visite: 1202
Dimensione:   91.2 KB
ID: 23172

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   10.jpg
Visite: 1212
Dimensione:   86.7 KB
ID: 23173

Queste sono scorze serie

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   11.jpg
Visite: 1207
Dimensione:   80.7 KB
ID: 23174

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   12.jpg
Visite: 1178
Dimensione:   90.3 KB
ID: 23175
Andrea Meriggioli ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 26-04-2011, 22:12   #2
giuseppe1981
Mette il filo
 
Registrato dal: Mon Mar 2009
Provincia: Parma
Messaggi: 567
predefinito

Interessante pezzo andrea,sono curioso di vedere come intendi inpostarla.
giuseppe1981 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 09:02   #3
Jbo
Comprende il mochikomi
 
Registrato dal: Fri Mar 2011
Provincia: Milano
Messaggi: 203
predefinito

Son curioso di vedere come procederai con la scelta delle cacciate da tenere!

Luca
Jbo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 09:17   #4
Ros
Maniscalco del Ducato
 
L'avatar di Ros
 
Registrato dal: Thu Feb 2010
Provincia: tra Mo & Bo
Messaggi: 5,832
predefinito

Approfitto di questo thread istruttivo per farti una domanda che mi preme molto e potrebbe interessare anche altri.

Su materiali come questo, appena attecchiti ed in coltivazione per la prima stagione, è possibile se le cacciate non sono esattamente dove mi pare andare ad indirizzane alcune già ora e poi defogliarle a luglio-agosto solo quelle che servono per eseguire gli innesti passanti che servono sui primari senza "perdere" un'anno?

GRAZIE
Ros non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 09:22   #5
Andrea Meriggioli
"Amministratore"
 
L'avatar di Andrea Meriggioli
 
Registrato dal: Sat Jan 2009
Provincia: Trieste
Messaggi: 18,952
Invia un messaggio tremite Skype a Andrea Meriggioli
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ros Visualizza il messaggio
Approfitto di questo thread istruttivo per farti una domanda che mi preme molto e potrebbe interessare anche altri.

Su materiali come questo, appena attecchiti ed in coltivazione per la prima stagione, è possibile se le cacciate non sono esattamente dove mi pare andare ad indirizzane alcune già ora e poi defogliarle a luglio-agosto solo quelle che servono per eseguire gli innesti passanti che servono sui primari senza "perdere" un'anno?

GRAZIE
Ottima domanda Roberto,
sul prunus mahaleb ciò che dici è fattibilissimo perchè ha una vigoria molto forte e già a fine giugno presenta le cacciate primarie (accuratamente selezionate per tempo) già ben lignificate e quindi pronte ad essere defoglaite per l'esecuzione di eventuali innesti sulle branche primarie a foro passante. Poi questi possono già saldarsi entro la stagione stessa-autunno, altrimenti in genere li si potrà stacare in linea di massima la primavera successiva quando si conferma la perfetta fusione dei tessuti cambiali

Quote:
Originariamente inviata da giuseppe1981 Visualizza il messaggio
Interessante pezzo andrea,sono curioso di vedere come intendi inpostarla.
Quote:
Originariamente inviata da Jbo Visualizza il messaggio
Son curioso di vedere come procederai con la scelta delle cacciate da tenere!

Luca
Tempo al tempo e spiegherò tutto nel dettaglio ragazzi, desidero "sfruttare" questo thread per mostrare in maniera inequivocabile, le varie operazioni di preparazione (con foto illustrative che possano essere chiare e d'immediata comprensione a tutti, avanzati e non, sino ai neofiti per cominciare fin da subito con il piede giusto) che richiede un materiale a foglia caduca (nel caso specifico sul prunus mahaleb) le quali hanno davvero un'importanza determinante nel risultato finale e nella riduzione delle tempistiche di lavoro. Oltre che determinare la qualità con cui si andrà a costruire la ramificazione punto fondamentale sulle latifoglie spoglianti che vengono proprio ammirate e apprezzate da spoglie, ammirandone l'intera struttura con relativi cambi di diametro e direzione delle branche primarie e secondarie sino ad arrivare al fine).
Qindi vi posso solo anticipare che uno dei due tronchi (quello più basso) saltà perchè di troppo e nasconde il bellissimo movimento del futuro tronco
Andrea Meriggioli ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 09:32   #6
Ros
Maniscalco del Ducato
 
L'avatar di Ros
 
Registrato dal: Thu Feb 2010
Provincia: tra Mo & Bo
Messaggi: 5,832
predefinito

Questo è quello che speravo di sentire! ...fine giugno..

Mi confermi che è il caso di iniziare già ora ad indirizzarle gradualmente verso i punti di innesto o si fà tutto dopo la defogliazione?
Ros non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 09:35   #7
Andrea Meriggioli
"Amministratore"
 
L'avatar di Andrea Meriggioli
 
Registrato dal: Sat Jan 2009
Provincia: Trieste
Messaggi: 18,952
Invia un messaggio tremite Skype a Andrea Meriggioli
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ros Visualizza il messaggio
Questo è quello che speravo di sentire! ...fine giugno..

Mi confermi che è il caso di iniziare già ora ad indirizzarle gradualmente verso i punti di innesto o si fà tutto dopo la defogliazione?
Ora l'importante è selezionare le nuove cacciate lasciando le più forti e nelle posizioni corrette. Poi le marasche consentono un'estrema "libertà" d'impostazione tenendo anche le curve più drastiche con il filo senza nessunissimo problema, per cui lascia pure andare per ora che prendano forza e facciano diametro, portando bene a maturazione i nuovi tessuti
Andrea Meriggioli ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 14:31   #8
Andrea Meriggioli
"Amministratore"
 
L'avatar di Andrea Meriggioli
 
Registrato dal: Sat Jan 2009
Provincia: Trieste
Messaggi: 18,952
Invia un messaggio tremite Skype a Andrea Meriggioli
predefinito

Bene, cominciamo quindi con le prime operazioni di preparazione del materiale, la selezione dei nuovi germogli utili alla futura costruzione.
Sino a che la pianta non radica a sufficienza e non acquisisce un buon forte vigore, va lasciata libera di vegetare in seguito alla raccolta, per affrancarsi correttamente. Ora il materiale in questione ha già raggiunto tale sta*** ed è pronto per iniziare gli interventi in questione. Ovviamente per tutta la stagione vegetativa non si andrà a potare le nuove cacciate ma solo a selezionarle (ora) e successivamente a filarle, impostandole nelle posizioni corrette senza assolutamente potarle in apice. Questo sia al fine di creare un buon raccordo come diametro che per non fermare l'accrescimento e relativa radicazione sotto.
Il primo anno si somministrano periodicamente promotori della radicazione e microflora simbiotica a livello radicale assieme agli estratti umici (nome dei prodotti: radimix, bioxim e umaifar), per via radicale (tutti perfettamente miscelabili assieme potendo fare un unico trattamento per tutti e tre. Mentre a livello fogliare si danno concimi a carattere biostimolante di fondo come kombu40 e cytoplus.
Ecco i capillari nuovi, forti e bianchi che escono sotto dai fori di drenaggio, a testimonianza di quanto detto sopra.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1.jpg
Visite: 1170
Dimensione:   27.5 KB
ID: 23188

Quindi si iniziano ad eliminare i vari germogli inutili che nascono in posizioni inopportune come all'interno delle curve, troppo bassi sul tronco (polloni e succhioni) ecc ecc

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   6.jpg
Visite: 1593
Dimensione:   91.6 KB
ID: 23193

Ora, per mezzo di alcune foto anche fin troppo "banali" mostro dei prima e dopo della selezione, al fine di renderne palese e ovvia la comprensione perfetta del tutto anche ai neofiti ecc.
Ricordate che il concetto di base è sempre quello di far solo biforcare a due e mai più, preservando le cacciate migliori come forza ecc.

1) Prima

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   2.jpg
Visite: 1119
Dimensione:   62.8 KB
ID: 23189

Dopo

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   3.jpg
Visite: 1126
Dimensione:   79.6 KB
ID: 23190

2) Prima

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   4.jpg
Visite: 1138
Dimensione:   85.2 KB
ID: 23191

Dopo

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   5.jpg
Visite: 1110
Dimensione:   74.8 KB
ID: 23192

3) Prima

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   7.jpg
Visite: 1162
Dimensione:   69.6 KB
ID: 23194

Dopo

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   8.jpg
Visite: 1090
Dimensione:   69.5 KB
ID: 23195

Ora come si può vedere si tengono comunque molte più cacciate di quante saranno davvero necessarie in fase di primo-step e relativa futura costruzione. Riservandosi quindi in futuro l'ulteriore selezione di queste, senza chiudersi possibilità ecc.
Eccola al termine della prima sommaria pulizia-selezione dei germogli:

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9.jpg
Visite: 1052
Dimensione:   70.4 KB
ID: 23196

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   11.jpg
Visite: 1066
Dimensione:   72.2 KB
ID: 23197

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   12.jpg
Visite: 1072
Dimensione:   63.6 KB
ID: 23198
Andrea Meriggioli ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 15:03   #9
Jbo
Comprende il mochikomi
 
Registrato dal: Fri Mar 2011
Provincia: Milano
Messaggi: 203
predefinito

Grazie!

Luca
Jbo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 20:56   #10
Andrea Meriggioli
"Amministratore"
 
L'avatar di Andrea Meriggioli
 
Registrato dal: Sat Jan 2009
Provincia: Trieste
Messaggi: 18,952
Invia un messaggio tremite Skype a Andrea Meriggioli
predefinito

Si prosegue quindi, dopo alla selezione dei germogli per valutare meglio il tronco, alla definizione della futura struttura del tronco, eliminando fin da subito tutti i difetti (parlando meglio, in generale, di "smontata iniziale" di costruzione, anche se qua, come opero sempre sulle mie raccolte, non erano presenti grossi tratti cilindrici da eliminare o altro, in quanto eseguo una screpulosa selezione del materiale, oltre che preparare questo al meglio già alla raccolta).

Come anticipato si elimina il ramo cilindrico basso privo d'interesse e che nasconde il movimento del tronco.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1.jpg
Visite: 1084
Dimensione:   86.5 KB
ID: 23211

Si passa quindi al lavoro di fresa...
Innanzi a tutto si vanno a raccordare i monconi che presentano le capitozzature derivanti dalla raccolta e si definiscono bene le zone di secco da quelle attive (specie nelle prossimità del secco naturale presente, senza ovviamente toccare questo che verrà solo rifinito dove necessario, quindi ripulito e preservato indurendolo), fermandosi non appena si incontra queste durante il lavoro di fresa.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   2.jpg
Visite: 1304
Dimensione:   97.6 KB
ID: 23212

Cosa di basilare importanza, il raccordo di fresa delle zone secche aderenti a quelle di secco naturale, lavoro di precisione e che pregiudica in maniera decisiva il risultato finale. Alla fine il secco deve sembrare un tutt'uno di madre natura per capirci

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   3.jpg
Visite: 1107
Dimensione:   77.8 KB
ID: 23213

Ecco il primo lavoro di raccordo tra secco lavorato e quello naturale, come primo step è buono per ora.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   4.jpg
Visite: 1118
Dimensione:   95.9 KB
ID: 23214

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   5.jpg
Visite: 6199
Dimensione:   92.1 KB
ID: 23215

Sul moncone del ramo grosso tagliato all'inizio, ci si limita a un primo leggero abbozzo con qualche passante ecc, passando poi solo fuoco e riservandosi al futuro la lavorazione di questo nel dettaglio, quando il durame sarà ben asciutto e non umido come adesso.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   6.jpg
Visite: 1072
Dimensione:   74.2 KB
ID: 23216

Si ultima per ora il lavoro iniziale sul secco con il pasaggio del fuoco e protezione di tutti i lembi cambiali aperti con mastice in pasta giapponese dopo aver rifinito i tagli in maniera netta e pulita.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   7.jpg
Visite: 1066
Dimensione:   96.0 KB
ID: 23217

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   8.jpg
Visite: 1028
Dimensione:   96.2 KB
ID: 23218

Ed ecco una panoramica del lavoro concluso:

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9.jpg
Visite: 1039
Dimensione:   69.2 KB
ID: 23219

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   10.jpg
Visite: 1024
Dimensione:   68.7 KB
ID: 23220

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   11.jpg
Visite: 1005
Dimensione:   80.5 KB
ID: 23221

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   12.jpg
Visite: 1005
Dimensione:   65.7 KB
ID: 23222

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   13.jpg
Visite: 986
Dimensione:   68.6 KB
ID: 23223

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   14.jpg
Visite: 1000
Dimensione:   57.3 KB
ID: 23224

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   15.jpg
Visite: 1024
Dimensione:   85.0 KB
ID: 23225

La strada per Mithril è appena cominciata ma partire con il piede giusto fa la differenza
Andrea Meriggioli ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 21:12   #11
SpadoJr
Bibliotecario del ducato
 
L'avatar di SpadoJr
 
Registrato dal: Sat Feb 2011
Provincia: Noventa di Piave
Messaggi: 2,210
predefinito

La lavorazione del secco mi piace! Il ramo cilindrico basso che hai tagliato andrai a sistemarlo ancora di fresa nel tempo?
Come mai la scelta di lasciarlo in fuori e non, per esempio, lavorarlo in "basso rilievo" (più scavato verso l'interno e raccordandolo con l'altro secco che spazia al centro??
SpadoJr non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 21:19   #12
Andrea Meriggioli
"Amministratore"
 
L'avatar di Andrea Meriggioli
 
Registrato dal: Sat Jan 2009
Provincia: Trieste
Messaggi: 18,952
Invia un messaggio tremite Skype a Andrea Meriggioli
predefinito

Ciao Spado, certo il ramo basso come ho già detto sopra è ancora tutto da lavorare. Per ora ho preservato quel moncone per lasciarmi aperta ogni possibilità anche se ho pensato anche io di andare rente al tronco e svuotarlo raccordando con il secco naturale.
Ora comunque lo si lascia asciugare ben bene che poi lo si potrà lavorare correttamente senza che si "impastino i trucioli"
Andrea Meriggioli ora è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 21:30   #13
SpadoJr
Bibliotecario del ducato
 
L'avatar di SpadoJr
 
Registrato dal: Sat Feb 2011
Provincia: Noventa di Piave
Messaggi: 2,210
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Andrea Meriggioli Visualizza il messaggio
Ciao Spado, certo il ramo basso come ho già detto sopra è ancora tutto da lavorare. Per ora ho preservato quel moncone per lasciarmi aperta ogni possibilità anche se ho pensato anche io di andare rente al tronco e svuotarlo raccordando con il secco naturale.
Ora comunque lo si lascia asciugare ben bene che poi lo si potrà lavorare correttamente senza che si "impastino i trucioli"
Scusami! Non avevo letto!
Non vedo l'ora di vedere altre lavorazioni!
A vedere la bestia all'inizio ero piuttosto perplesso...ora devo dire che, oltre ad avere il tuo marchio di fabbrica la fresatura, è intrigante come disegno!
Complimenti!
SpadoJr non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 21:45   #14
stone
Frequentatore del laboratorio.
 
L'avatar di stone
 
Registrato dal: Wed Oct 2010
Provincia: ghilarza (sardegna)
Messaggi: 276
predefinito

bellissima questa marasca... falla riposare un pò questa fresa che sta viaggiando troppo....
stone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 27-04-2011, 21:51   #15
Apino88
Frequentatore del laboratorio.
 
L'avatar di Apino88
 
Registrato dal: Wed Dec 2010
Provincia: Busalla (GE)
Messaggi: 792
predefinito

il buon duca sa fare delle meraviglie con le marasche e soprattutto con le frese... mai dubitare^^
Apino88 non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Segnalibri


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 08:58.


Powered by vBulletin versione 3.8.2
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it